Provincia autonoma di Trento

% LE MERCI CHE TRANSITANO SULLA FERROVIA OGGI

26

% LE MERCI CHE TRANSITANO SULLA FERROVIA OGGI
MINUTI RISPARMIATI DA FORTEZZA A INNSBRUCK GRAZIE AL TUNNEL DEL BRENNERO

50

MINUTI RISPARMIATI DA FORTEZZA A INNSBRUCK GRAZIE AL TUNNEL DEL BRENNERO
KM DA MONACO A VERONA

425

KM DA MONACO A VERONA

UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE ATTRAVERSO LE ALPI

Il Trentino è attraversato dal corridoio del Brennero e dal corridoio europeo Scandinavo-Meditteraneo e contribuisce alle iniziative in atto per rendere sempre più sostenibile il trasporto di merci e passeggeri lungo l’asse del Brennero e il suo valico internazionale. Per trasportare sempre più merci su rotaia invece che su gomma e quindi ridurre l’impatto ambientale sui territori serve una nuova infrastruttura ferroviaria, moderna ed efficiente (per questo è in costruzione il Tunnel di base del Brennero, per superare più agevolmente il valico alpino è in progettazione il quadruplicamento dell’intera tratta Verona-Monaco, le cosiddette “tratte d’accesso nord e sud”) e servono politiche armonizzate tra le regioni e gli Stati, finalizzate a promuovere l’intermodalità, l’innovazione, la digitalizzazione, nonché la collaborazione con gli stakeholders, con l’obiettivo comune di rendere il trasporto su rotaia efficiente, competitivo e sostenibile.

IL PROGETTO IN TRENTINO

Il quadruplicamento della ferrovia del Brennero, finalizzato ad un utilizzo ottimale della linea di alta capacità garantitadal nuovo Tunnel di base del Brennero, interessa direttamente la Provincia di Trento, che è attraversata dall’attuale ferrovia del Brennero lungo la valle dell’Adige. Il progetto si distingue in lotti funzionali: il lotto prioritario che interessa i centri urbani di Trento e Rovereto (denominato Lotto prioritario 3 “Circonvallazione di Trento e Rovereto”) e i lotti di completamento, che si raccordano a nord con la provincia di Bolzano e verso sud da Rovereto verso il confine meridionale del Trentino. Rete Ferroviaria italiana (RFI) S.p.A. è il soggetto incaricato della progettazione, in accordo con la Provincia autonoma di Trento e gli enti locali.

LEGGI DI PIU'

In Evidenza

articolo
14.05.2024 - Pubblicazione report delle attività di aprile 2024 dell'Osservatorio

E' stato pubblicato il report delle attività di aprile 2024 svolte dall'Osservatorio.

articolo
07.05.2024 - Iscrizione alla Conferenza informativa del 17 maggio 2024

Sono aperte le iscrizioni alla Conferenza informativa del 17 maggio 2024:"Infrastrutture strategiche tra criticità e opportunitàIl Bypass di Trento: effetti vibrazionali e tecniche di...

articolo
03.05.2024 - Conferenza stampa di presentazione Conferenza informativa

E' stata presentata oggi alla stampa la Conferenza informativa dal titolo:"Infrastrutture strategiche tra criticità e opportunitàIl Bypass di Trento: effetti vibrazionali e tecniche di...

OSSERVATORIO PROVINCIALE

L’Osservatorio per lo sviluppo del corridoio del Brennero è un organo provinciale che assicura il monitoraggio delle fasi di realizzazione delle tratte di accesso sud in Trentino e l’intermodalità tra le infrastrutture ferroviarie, stradali e logistiche, anche in relazione alla salvaguardia dell’ambiente, della tutela sociale, della salute e della sicurezza sul lavoro, all’efficacia delle relazioni con la popolazione e delle esigenze di trasparenza, informazione e partecipazione.

LEGGI DI PIU'

OSSERVATORIO AMBIENTALE

Si tratta di un organismo tecnico con funzione di indirizzo, controllo e garanzia per la gestione e la misurazione dello stato ambientale del territorio interessato dalla realizzazione della circonvallazione ferroviaria di Trento, che opera per il controllo e la vigilanza sugli impatti che l’opera produce, nonché sulla vigilanza del rispetto delle disposizioni sulla tutela del lavoro e dell'igiene sui luoghi di lavoro. L’Osservatorio promuove quindi la sorveglianza ambientale, il rispetto delle norme di tutela sociale e tecnica del lavoro, la trasparenza, la diffusione delle informazioni, la gestione delle segnalazioni. L’Osservatorio è guidato da un coordinatore e da due referenti rispettivamente per la Provincia autonoma di Trento e per il Comune. L’Osservatorio è supportato da un Comitato tecnico scientifico, un Centro di informazione permanente (Infopoint) e da una segreteria tecnica. L’Osservatorio sarà in funzione per tutto il periodo dei lavori, come da cronoprogramma di realizzazione dell’opera e comunque finché saranno completate le attività finalizzate a verificare il rispetto delle prescrizioni ambientali, compresi i due anni di monitoraggio post-opera.

LEGGI DI PIU'